Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Mens sana in corpore sano
  • Mens sana in corpore sano
  • : informazioni, news e curiosità legate al tema salute, intesa come benessere fisico e psicologico, perché ogni persona è il risultato dell'equilibrio tra psiche e soma
  • Contatti

Testo Libero

16 marzo 2012 5 16 /03 /marzo /2012 15:38

infilacupQuando si prenota una visita medica o un esame è bene augurarsi di non avere nulla di grave, i tempi biblici delle liste d’attesa non consentono davvero una diagnosi tempestiva. A Bari per una gastroscopia si può rimanere in attesa anche 300 giorni mentre a Torino per un’ecografia all’addome si apetta sette mesi, come riporta una recente indagine di Altroconsumo. Per sopravvivere alle lungaggini delle prenotazioni sanitarie, ci viene in aiuto Cittadinanzattiva Umbria - Tribunale per i diritti del malato con sette regole che riassumono i diritti e doveri di ogni cittadino. Un pratico vademecum per chi affronta la giungla sanità, che riporto per intero:

           

  1. Tempi d’attesa sul web: sul sito delle Asl o degli ospedali devono essere pubblicati tempi d’attesa e prestazioni;
  2. Liste bloccate: chiudere le prenotazioni è vietato e le liste bloccate sono contro la legge;
  3. Tempi troppo lunghi: se l’attesa stabilita viene sforata ci si può rivolgere a strutture private pagando il solo ticket;
  4. Intramoenia: segnalare se lo stesso medico ha una lunga lista d’attesa, mentre in intramoenia i tempi sono più brevi;
  5. Soluzioni alternative: per alcune prestazioni, il Cup (Centro unico di prenotazione) regionale può proporre soluzioni alternative fuori dalla propria Asl;
  6. Prenotazioni: chi ha prenotato una visita o un esame e non si presenta o non avvisa in anticipo è in torto;
  7. Informazioni: tutte le informazioni consultabili su internet devono essere fornite anche dal Cup (Centro unico di prenotazione).

Condividi post

Repost 0
Published by cristina reggini - in Sanità
scrivi un commento

commenti